Daniel Marguerat - Il primo cristianesimo

Recensione del 4/2/2014

Come sarà il cristianesimo della prossima generazione? Forse non sarà molto diverso da quel che era il cristianesimo del primo secolo e che Luca racconta nel libro degli Atti: questo il filo conduttore dell’affascinante analisi che Daniel Marguerat propone ripercorrendo lo scritto che racconta i primi passi della chiesa dopo l’ascensione di Gesù. Passi che si muovevano in un’epoca di grandi cambiamenti, dove il quadro religioso era ricco e perfino sovraccarico di proposte. Ma lo stesso contesto cristiano era poco più di "una miriade di piccole comunità. Una folla di gente perduta nell’immensità... dell’impero romano". Un gruppo sparuto e nemmeno troppo strutturato: "una manciata di conventicole dagli orientamenti contraddittori... si potevano trovare alla rinfusa il giudeo-cristianesimo di Giacomo legato a Israele, il cristianesimo di Pietro con estensioni missionarie, le chiese di Paolo aperte alla cultura greco-romana" e poi gli apocalittici, gli antipolitici, gli gnostici. Luca impagina questi frammenti in una storia organica per mostrare ai seguaci di Gesù che "sono gli anelli di una catena umana bella, coraggiosa, degna, intellettualmente rispettabile".

Un "tonico" che riemerge dal passato ma somiglia al nostro presente e "parla al nostro futuro".

Il primo cristianesimo
Autore: Daniel Marguerat
Editore: Claudiana
Anno: 2012
Pagine: 91
Prezzo: € 9,50

comments powered by Disqus
 

 

10474
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti