evangelici.net - l'alternativa cristiana in rete
RSS
Cerca

Kids Corner - Indice

Abramo

Compagnia a Sorpresa!
di Linda Edwards

Giustino gironzolava nella stanza con grande entusiasmo .Rannicchiato sul grembo di suo padre chiacchieravano della loro gran giornata. Anche se pescare con il padre era una delle cose più ambite, questa volta sarebbe stata anche più speciale.

"Andremo al grande lago, dove resteremo tutta la notte in una tenda", ha detto ai suoi amici con una vocina squillante. "Affitteremo anche una barca!"

Il tempo scorreva mentre Giustino sognava agli occhi aperti dell'avventura davanti a lui. Pensava che avrebbe preso il più grande pesce e come sarebbe stato a dormire sotto le stelle. Pensava ai marshmallow arrostiti sul fuoco, ma soprattutto pensava di stare col suo papà per tutta la fine settimana. Ma ancora doveva aspettare tre l-u-n-g-h-e settimane.

Dopo alcuni giorni, l'entusiasmo di Giustino si calmò. Infatti, (pausa) si chiedeva se il viaggio sarebbe accaduto veramente. Ogni giorno quando suo padre tornava a casa dal lavoro, gli chiedeva: "Quando andremo, Papà?" "Quanti giorni dobbiamo aspettare?" "Sei sicuro che andremo?" Ogni giorno il padre lo rassicurava.

"Si, Giustino. Sono assolutamente certo di andare con te a pescare questa fine settimana. Tutti i piani sono già stabiliti. Dovresti avere un po di pazienza per ancora pochi giorni. Ti ho promesso che andremo."

Giustino ha fatto una risata abbracciando suo padre. Era certo che suo padre avrebbe mantenuto la sua promessa, ma era molto difficile l'attesa ... e l'attesa ... e l'attesa.

Finalmente, il giorno arrivò. Si sono alzati molto presto quella mattina e hanno messo ciò che avevano preparato per la partenza nella macchina. Giustino aiutò quanto poteva. Non voleva che suo padre dimenticasse le canne da pesca!

Godevano una fine settimana fantastico colmo di pesca e di campeggio, e Giustino aveva da raccontare tante storielle ai suoi amici quando tornò a casa. Era veramente ansioso di raccontargli della sua presa del pesce più grande!

Tredici anni erano passati dalla nascita d’Ismaele. Le cose non andavano bene in casa. Sarah era ancora infelice perché non aveva un figlio suo. Haggar e Sarah non riuscivano andare d'accordo per via della gelosia e dell'odio fra di loro. Malgrado ogni sforzo, Abramo non poteva mantenere la pace in famiglia.

Ma il Signore sapeva esattamente le cose accadute, e un giorno - quando Abramo aveva 99 anni - il Signore lo visitò. La conversazione fu così:

"Abramo .. Io sono l'Iddio Onnipotente. Se camini davanti a me in giustizia, Ti prometto di darti tanti discendenti..."

Abramo conosceva la voce dell'Eterno perché aveva già sentito la voce diverse volte prima. Senza parlare, cade a terra in riverente adorazione davanti al Signore.

Mentre Abramo si inginocchiava, l'Eterno continuò a parlargli:

"Il mio patto è con te, e tu sarai il padre di molte nazioni. Cambierò il tuo nome"

"Cambiare il mio nome? Chissà cosa sarà," Abramo pensava tra sé.

L'Eterno continuava a dire:

"Il tuo nome non sarà più Abramo. Il tuo nome sarà Abrahamo. Ti faro padre di molte nazioni ed i tuoi discendenti vivranno nella terra di Canaan.

Che esperienza meravigliosa! Il Signore incoraggiava Abrahamo nel ripetere la stessa promessa fattagli tanti anni prima... ma l'Eterno non aveva ancora finito di parlare con Abrahamo.

"Per tua moglie," disse l'Eterno, "non chiamarla più Sarai. Il suo nuovo nome sarà Sara. La benedirò con un figlio. Lei sarà la madre ti molte nazioni."

Questa era qualcosa di nuovo che Abrahamo non aveva sentito prima d'ora. Non poteva credere alle sue orecchie! Cominciava a ridere molto forte. Era quasi impossibile credere che Sara avrebbe avuto un figlio proprio suo, perché aveva 90 anni! Aveva abbastanza anni da essere una bis-nonna!

L'Eterno sapeva a cosa pensava Abrahamo.E ha ripetuto la promessa:

"Sara, tua moglie avrà un figlio, e quando nascerà, lo chiamerai Isacco. La mia promessa sarà adempiuta tramite Isacco."

L'Eterno continuo:

"Io so quanto amo Ismaele e lo benedirò e diventerà una grande nazione, ma la mia promessa sarà adempiuta con Isacco, il figlio che nascerà da Sara l'anno prossimo."

Abrahamo era sorpreso da quello che l'Eterno l'aveva detto ma custodiva ogni cosa nel suo cuore.

Trascorso poco tempo dopo la promessa fu adempiuta fra Abrahamo e l'Eterno, Abramo era seduto vicino alla porta della sua tenda, riposando nel caldo della giornata. Guardò nella distanza e vidi tre uomini avvicinarsi a lui. Lui si alzò per incontrarli.

"Fa tanto caldo oggi. Vorrei offrirvi l'acqua fresca. Venite nella mia tenda." Abrahamo ha detto gentilmente. "Preparo un pasto per voi mentre riposate; dopo potete ripartire."

I tre uomini annuivano.

Abramo si affrettò alla tenda per informare Sara dei visitatori. "Presto! Fai tre focacce per gli ospiti!" ha detto senza fiato.

Poi ha preso un vitello dal pascolo e dandogli ad uno dei suoi servi, gli ordinò "Tre stranieri sono venuti per visitarci. Preparate il vitello in modo di offrirglieli a cena."

Gli ospiti godevano sia il loro pasto fuori all'aerea aperta che la loro comunione.

"Dov'è Sara, tua moglie?" uno di loro gli ha chiesto.

"Nella tenda," rispose Abrahamo.

Uno degli ospiti ha detto una cosa sorprendente. "Quando ritornerò in pochi mesi Sara, tua moglie avrà partorito un figlio."

Quando Sara lo ha sentito, non poteva crederci.

"Ho 90 anni," ha pensato, "e Abrahamo ha 99 anni. Non c'è proprio modo che io possa avere un figlio!" L'idea fu assolutamente impossibile, e Sara avrebbe voluto scoppiare in una forte risata, ma sapeva che una risata sarebbe stata maleducata, allora ha riso col fiato sospeso.

L'uomo le ha chiesto "Perché Sara ha riso ricordando che era troppo vecchia? C'è qualcosa troppo difficile per il Signore?" "Quando sarò di ritorno Sara avrà partorito un figlio." Ha ribadito.

Sara temeva. Non avendo riso apertamente, si chiedeva come quell'uomo poteva leggere nel suo pensiero. "Non ho riso," ha detto Sara tranquillamente.

"Oh! Si, l'hai fatto," l'uomo ha replicato.

I tre ospiti partirono verso Sodo ma.

Abrahamo camminava accanto a loro, tranquillamente riflettendo ai fatti accaduti quella giornata.

PENSA!
Quale era il nuovo nome d’Abramo ?
Quale era il novo nome di Sarai ?
Che cosa è un patto ?
Perché ha sorriso Abramo ?
Perché Sara ha sorriso ?
C’è qualcosa molto difficile per Dio ?

RICORDA
Niente è molto difficile per Dio !

UN VERSETTO DA IMPARARE
“Le cose impossibili agli uomini, sono possibili a Dio” ( Luca 18:27).

PREGHIAMO
Signore, grazie per tutte le promesse che ti hai datti attraverso la tua parola, la Bibbia.
Aiutami a ricordare, Anche se qualunque cosa sembra impossibili, niente è cosi
difficili per Te e Tu SEMPRE mantiene le tue promesse. Nel nome di Gesù. Amen.

SAI TROVARE QUESTA STORIA NELLA BIBBIA?
Genesi 17:1-27 e 18:1-16

COLLEGAMENTI A DISEGNI DA COLORARE
Link1

Traduzione di Lynda Cruz (questa traduzione è stata fatta da un gruppo di quattro persone).

Tutti i diritti riservati. © Children's Chapel

Stampa e distribuzione delle storie bibliche sono libere purchè effettuate gratuitamente e ad uso esclusivo dei membri della chiesa/ministero di appartenenza. Non è consentita la pubblicazione del materiale su altri siti, ad eccezione dei link espliciti (non all'interno di frames) a http://childrenschapel.org (sito ufficiale in inglese) o http://www.evangelici.net/kids/


Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti