evangelici.net - l'alternativa cristiana in rete
RSS
Cerca

Kids Corner - Indice

Abramo

Abramo lascia la sua casa!
Questa storia biblica è stata preparata per te
con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet.

Paolo mise le sue costruzioni nella scatola e sospirò. Era stata una giornata lunga, piena di scatole e nastro adesivo. La maggior parte della sua stanza era già sul camion del trasloco. C’era rimasto solo un sacco a pelo ed una piccola valigia con qualche vestito per il trasloco. Guardandosi attorno nella stanza, la vide piena dei ricordi degli anni precedenti.

“Traslocare tutta questa roba NON è divertente”, mormorò spingendo la scatola nel corridoio.

Era il giorno del trasloco, il giorno in cui tutta la famiglia di Paolo era impegnata ad impacchettare la roba. Si sarebbero trasferiti in una nuova città, molto lontana da tutti i loro amici e dalla chiesa. Il papà di Paolo aveva un lavoro che lo aspettava, ed avevano già una casa nuova, ma ci sarebbe voluto un po’ prima che gli fosse sembrava veramente casa sua. Il lavoro era in una chiesa, ed i genitori di Paolo erano sicuri che questa fosse la volontà di Dio per le loro vite.

Molto tempo fa, Dio decise di fare una chiacchierata molto speciale con Abramo, uno del Suo popolo eletto. Tutto il cielo si fermò a guardare ed ascoltare queste parole di Dio ad Abramo:

“Voglio che lasci il tuo paese, la tua famiglia, e la casa di tuo padre, e voglio che vai in un paese che ti mostrerò”.

A quei giorni non esistevano i tir per i traslochi. Inoltre, Dio non aveva neanche menzionato il NOME di quel posto! Sarebbe stato un grande passo di FEDE per Abramo e sua moglie Sarai. Dio voleva che lasciassero TUTTO e TUTTI quelli che conoscevano, per iniziare daccapo in un NUOVO paese.

Tutto questo non era facile perché, vedete, Abramo aveva 75 anni. Non SAPEVA nemmeno dove sarebbe dovuto andare, perché il Signore non glielo aveva DETTO. Dio gli aveva detto semplicemente che gli avrebbe mostrato il luogo in cui lo avrebbe mandato, ma solo DOPO che avrebbe ubbidito.

Ancora una volta, Dio parlò ad Abramo. Questa volta gli disse:

“Ti farò una GRANDE NAZIONE.
Ti BENEDIRÒ.
Renderò GRANDE IL TUO NOME!
E tu sarai di BENEDIZIONE anche agli altri”.

Che promesse! Ma da dove sarebbe nata questa grande nazione? Ci vogliono molte PERSONE per fare una nazione, e loro erano semplicemente due: Abramo e sua moglie Sarai. Abramo e Sarai non avevano figli, e il tempo stava trascorrendo velocemente – almeno, così SEMBRAVA.

Abramo avrà sicuramente pensato: “Perché Dio ha scelto ME fra tutte queste persone che mi circondano? WOW! Che onore! Ma aspetta! C’è qualcos’altro!

“Io BENEDIRÒ quelli che ti BENEDICONO.
Io MALEDIRÒ quelli che ti MALEDICONO.
Tutte le FAMIGLIE della terra saranno benedette”.

La Bibbia non dice che Abramo ebbe qualche problema nell’ubbidire a ciò che Dio gli aveva chiesto. Semplicemente ascoltò… e poi UBBIDÌ!

Abramo e Sarai iniziarono a fare i preparativi per il loro viaggio. Lot, il nipote di Abramo, avrebbe viaggiato con loro. Anche i loro servi sarebbero partiti. Dovevano decidere cosa lasciare e cosa portare. Mentre Sarai era occupata ad impacchettare le robe della casa, Abramo e Lot riunirono il bestiame e le greggi dai campi.

Poiché a quei tempi non c’erano automezzi, Abramo scelse il cammello più forte per trasportare i loro possedimenti. Li impacchettò con molta cura, assicurandosi che la tenda fosse in cima, perché vi avrebbero dovuto dormire la notte. Volse più e più volte lo sguardo attorno, per assicurarsi di non aver lasciato niente di importante. Così giunse il momento di iniziare la grande avventura.

Essi camminarono...

e camminarono...

e CAMMINARONO...

seguendo sempre la direzione del Signore. Durante il giorno viaggiavano, mentre la notte montavano le tende e dormivano.

Abramo e quelli che viaggiavano con lui giunsero poi in un paese chiamato “Sichem”. Fu lì che il Signore parlò di nuovo ad Abramo dicendogli: “Alle tue generazioni future Io darò questa terra”. Abramo costruì un altare per adorare il Signore proprio in quel posto.

Dopo aver adorato il Signore, Abramo ed il suo gruppo continuarono il loro viaggio. Avrebbero dovuto salire su una montagna che divideva le città di Bethel e di Ai, quando Abramo decise di montare la tenda e riposare. Costruì un altro altare e pregò il Signore. Poi continuò il suo viaggio verso sud insieme alla sua famiglia.

Nel paese in cui si trovavano Abramo e la sua famiglia, scoppiò una grande carestia, perciò essi decisero di trasferirsi nel paese d’Egitto per aver abbastanza cibo per sopravvivere. Dovettero di nuovo impacchettare tutte le loro robe, riunire il bestiame e le greggi, caricare il cammello….

e camminare...

camminare...

e CAMMINARE.

INFINE giunsero nel paese d’Egitto… ma le cose non andarono bene. Fu lì che Abramo si trovò in GROSSI guai!

Vedete, Sarai era una donna MOLTO bella. Abramo aveva paura che gli uomini d’Egitto lo avrebbero UCCISO per prendersi in moglie Sarai. Così le disse: “Se qualcuno ti chiede se sei mia moglie, rispondigli che sei mia sorella”. Naturalmente, questa era una BUGIA, ma Sarai ubbidì a suo marito.

Neanche a farlo apposta, gli uomini d’Egitto videro che Sarai era veramente una BELLISSIMA donna. I principi del Faraone videro Sarai e la portarono davanti al Faraone, e costui se la portò a casa sua. Poi diede ad Abramo molte pecore, buoi, asini, servi, serve e cammelli, in modo che gli lasciasse tenere Sarai. Abramo ricevette bestiame, argento ed oro, e questo lo rese un uomo MOLTO ricco.

Ebbene, al Signore non era piaciuto ciò che avevano fatto Abramo e Sarai, così mandò una piaga sul Faraone e sulla sua casa.

“COSA MI HAI FATTO?” gridò il Faraone ad Abramo.

“Perché non mi hai detto che questa donna era tua MOGLIE? Perché mi hai detto che era tua sorella? Avrei potuto prenderla come mia moglie.

PRENDITI TUA MOGLIE E VATTENE!”

Il Faraone disse ai suoi uomini di cacciare via Abramo e Sarai. Abramo, Sarai, Lot e tutta la gente che viaggiava con loro, dovettero di nuovo impacchettare tutti i loro averi, riunire il bestiame e le greggi, caricare i cammelli, ed andarsene via dall’Egitto.

PENSA!
1. Quando Abramo partì da casa sua, sapeva dove stava andando?
2. Elenca un modo in cui Dio disse che avrebbe benedetto Abramo.
3. Quanti anni aveva Abramo quando lasciò la casa di suo padre?
4. Perché Abramo si recò in Egitto?
5. Quale bugia raccontò Abramo al Faraone?
6. Perché Abramo mentì?
7. Cosa avvenne a causa della bugia di Abramo?
8. Ti sei mai trovato nel bel mezzo di un trasloco, senza sapere cosa aspettarti?

RICORDA
Dio ci guiderà nella strada che dovremo percorrere.

UN VERSO DA IMPARARE
“Camminiamo infatti per fede, non per visione” (2 Corinzi 5:7).

PREGHIAMO
Dio Buono, Tu sei così buono verso di noi. Ti ringraziamo perché sei sempre accanto a noi, ci proteggi e mantieni le Tue promesse verso di noi. Aiuta anche noi a mantenere le nostre promesse a Te e agli altri. Nel nome di Gesù. Amen.

SAI TROVARE QUESTA STORIA NELLA BIBBIA?
Genesi 11:26; 12:1-20

Traduzione di Susanna Giovannini

Tutti i diritti riservati. © Children's Chapel

Stampa e distribuzione delle storie bibliche sono libere purchè effettuate gratuitamente e ad uso esclusivo dei membri della chiesa/ministero di appartenenza. Non è consentita la pubblicazione del materiale su altri siti, ad eccezione dei link espliciti (non all'interno di frames) a http://childrenschapel.org (sito ufficiale in inglese) o http://www.evangelici.net/kids/


Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti