(Optional) This text will appear in the inbox preview, but not the email body.
Guida alla settimana - a cura di evangelici.net

Speciale 2016
I momenti che ricorderemo
dell'anno che abbiamo salutato

E così il 2016 è finito, per ora senza troppi rimpianti. Ma che cosa ci ha lasciato l'anno che si è concluso? Come promesso, ecco  una carrellata sui fatti salienti che lo hanno caratterizzato sul fronte cristiano.

Partiamo naturalmente da gennaio, con la nuova edizione del Family day, organizzato al Circo Massimo di Roma e rievocato di recente per quel monito, "Renzi ci ricorderemo", quasi un cahier de doléances rivolto al premier in merito all'approvazione della legge Cirinnà. Intanto in Iran si registra il rilascio del pastore evangelico Saeed Abedini dopo tre anni di detenzione.

A febbraio la Consulta dichiara incostituzionale la legge anti-moschee della Regione Lombardia, legge che creava potenziali disagi a tutte le comunità religiose in procinto di aprire un nuovo locale. Nonostante questo a settembre anche la Liguria, dopo il Veneto, approverà una legge molto simile.
Arriva nei cinema italiani God's not dead, campione di incassi negli USA, storia di una sfida tra la fede di uno studente e l'ateismo del suo professore. Sul fronte televisivo, parentesi evangelica con la presenza della famiglia Molisso al reality "Chiedi a papà".

A marzo tre lutti per il mondo evangelico: scompaiono, a distanza di poche settimane l'uno dall'altro, il professore ed ex deputato Domenico Maselli, il pastore Giuseppe Laiso e il "libraio svizzero" Ernesto Schmitt.

Il 2016, in questo senso, è un anno di grandi addii: a giugno se ne va Bud Spencer, ad agosto Ettore Bernabei, a novembre Leonard Cohen; in campo evangelico abbiamo dovuto salutare la cantante Christina Grimmie, il predicatore Peter Wagner, l'autore di Left Behind, Tim Lahaye, il vignettista Jack Chick.

A fine marzo, nel giorno di Pasqua, un gruppo di terroristi sferra un attacco suicida in Pakistan contro un gruppo di cristiani al parco di Lahore, provocando 75 morti, metà dei quali bambini.

Ad aprile buone notizie per le chiese italiane: in seguito a un ordine del giorno del senatore Lucio Malan, il Governo accetta di valutare una revisione dei limiti per il riconoscimento a ministro di culto. Intanto su iniziativa della fondazione Aiuto alla chiesa che soffre, per una notte la Fontana di Trevi si tinge di rosso per ricordare i martiri della fede.
Purtroppo - permetteteci l'inciso - aprile ha visto anche un lutto per la nostra redazione, con la scomparsa di Graziella Prina.

A maggio si è tenuto il 29.mo Salone del Libro, con una presenza evangelica ridotta rispetto all'edizione precedente; sempre a maggio è stato il momento del convegno di Porte Aperte sulla chiesa perseguitata. E sempre a maggio - si parva licet - usciva il primo numero della Guida alla settimana (grazie ancora a tutti voi che ci seguite ogni settimana).

A giugno in Brasile sono in 350 mila alla Marcia per Gesù.

A luglio in Russia le chiese evangeliche digiunano contro legge antiterrorismo che limita fortemente la libertà di religione.

Agosto è stato il mese del terremoto in Centro Italia e della solidarietà degli italiani. In Gran Bretagna si sono celebrati i cent'anni dalla nascita della chiesa apostolica, ma ad agosto si sono tenuti anche i Giochi olimpici di Rio de Janeiro, ed è risultata particolarmente nutrita la presenza di credenti pronti a testimoniare la loro fede.

A settembre, mentre una delegazione pentecostale guidata da Giovanni Traettino ricambia la visita a papa Bergoglio, sui giornali si discute del Fertility day.

A ottobre Haiti viene investita dall'uragano Matthew, mentre in Europa si ricorderà a lungo il 31 ottobre, con la visita di papa Bergoglio a Lund per commemorare la Riforma luterana.

Novembre è il mese del clamoroso successo di Donald Trump (e del suo vice, Mike Pence), ma anche dell'elezione di un evangelico a sindaco di Rio de Janeiro; in Italia si celebra il ventennale della Fionda di Davide mentre negli Usa si festeggia il 98.mo compleanno di Billy Graham e a Cuba si commemora Fidel Castro. A fine mese, a Milano, si svolge l'ottava edizione del talent cristiano J Factor; tra l'altro sono di origine evangelica anche gli ultimi vincitori di X Factor, i Soul System, e anche Justin Bieber sembra confermare di aver davvero scoperto la fede.

Dicembre, come sempre, è stato il mese dell'imbarazzo per i simboli del Natale e di interessanti testimonianze di fede.

E oggi è già domani.

Il nostro speciale si chiude qui. L'appuntamento è per sabato prossimo, e speriamo che il nuovo anno non ci accolga con un clima troppo rigido.

Qui il tuo banner

Se la newsletter vi piace, suggeritela ai vostri amici: iscriversi è gratuito e semplice, basta inviare una mail a notizie@evangelici.net con oggetto "Iscrizione Guida alla settimana". Anche solo per provare: se poi non vi interessa, scriveteci una mail (con oggetto "cancellazione") e non vi disturberemo più.

Se in attesa del Concerto di Capodanno volete dimostrarci fattivamente il vostro apprezzamento, ci sono diversi modi per farlo. E grazie in anticipo.

evangelici.net - dal 1996 l'informazione cristiana in rete
responsabile editoriale: Paolo Jugovac | contatti: notizie@evangelici.net
seguici su Facebook - Twitter - Google+ - RSS