Le notizie della settimana - 20 maggio

Articolo inserito il 23/5/2017 alle 12:39

Sì al pluralismo sociale, ma «il limite invalicabile è costituito dal rispetto dei diritti umani e della civiltà giuridica della società ospitante»: lo ha sancito la Corte di Cassazione, che ha stabilito come «in una società multietnica la convivenza tra soggetti di etnia diversa richiede necessariamente l'identificazione di un nucleo comune in cui immigrati e società di accoglienza si debbono riconoscere». Insomma: anche qui da noi tutti liberi di esprimersi e praticare le proprie tradizioni, ma tutti devono adeguarsi alle leggi e ai principi che costituiscono la cultura ospitante.

Mattia Feltri, sulla Stampa, racconta il cambiamento di Medjugorje in seguito alle (presunte) visioni: un "piccolo e poverissimo paese della Jugoslavia" ha mosso in pochi decenni un giro d'affari di quasi 12 milioni di euro, e ora duemila residenti (quasi la metà del totale) risultano impiegati nel turismo. Perché spesso la spiritualità popolare si accompagna al business. «I mercanti nel tempio: ecco un dibattito vecchio come il mondo», sospira Feltri.

Articolo in controtendenza sul Corriere, dove Silvia Vigetti Finzi lancia un appello: «Che ne dite se una volta, almeno una volta, ci prendessimo la libertà, che sfiora l’incoscienza, di dire come sia importante e significativo e bello avere un bambino?». L'autrice rileva infatti che «mentre non mancano discorsi sulla sessualità, immagini erotiche, storie d’amore, discussioni sul gender, sulla maternità è caduta una cortina di silenzio». Si tratta semplicemente di considerare «la possibilità di avere un figlio come un patrimonio inestimabile. Un patrimonio che può essere speso in tanti modi, ma che richiede innanzitutto di essere riconosciuto e valorizzato».

Beppe Severgnini, invece, lancia un monito sulle notizie false. Non è questione di censura, spiega Severgnini, ma di etica: «Chiunque, oggi, dispone di mezzi di comunicazione che, fino a pochi anni fa, erano esclusiva dei professionisti della comunicazione. È giusto, è sbagliato? È successo (e a me piace). Insieme ai nuovi strumenti, però, tutti devono assumersi le nuove responsabilità. Un giornalista sa - dovrebbe sapere - che non può minacciare o diffamare, diffondere notizie false, procurare allarme. Un utente di YouTube, Facebook, Twitter o Instagram deve impararlo. Non fra cinque anni: adesso».

Pagina esteri. Notizie di cui si è parlato poco: si contano oltre 180 morti per un'epidemia di colera che da tre settimane flagella lo Yemen; in Venezuela i violenti scontri tra manifestanti e forze dell’ordine hanno portato, fino a oggi, quasi cinquanta morti.

Irruzioni in due chiese battiste a Temirtau e di Taraz, divieto di riunione ad Alma Ata: in Kazakistan le autorità, denuncia Porte Aperte, intervengono con una frequenza sempre maggiore contro le comunità cristiane non registrate.

Per ottenere il diritto d'asilo in Svezia i rifugiati convertiti al cristianesimo pare dovranno affrontare un esame, dove verranno poste domande tecniche come la differenza tra ortodossi e protestanti. Le chiese si sono indignate.

Una nuova ricerca riferita al 2015 dice che, nel Regno Unito, per ogni non credente che decide di abbracciare la fede, 26 credenti diventano atei. La percentuale dei cristiani è crollata al 43% dal 67% del 1983. Secondo Gallup, invece, il 26% degli americani considera la Bibbia «un libro di favole, leggende, storia e precetti morali riportati da un uomo», mentre il 47% la considera «ispirata da Dio, ma da non prendere alla lettera».

Il vicepresidente Mike Pence ha partecipato a un convegno organizzato dalla Billy Graham Evangelistic Association, dedicato alla chiesa perseguitata. Nell'occasione ha ribadito il sostegno del presidente Trump ai cristiani perseguitati nel mondo, sottolineando che entrambi pregano per loro e che il califfato verrà distrutto "alle radici".

Nel frattempo il presidente Trump si è attivato per il rilascio del pastore americano detenuto ormai da mesi in Turchia senza valide ragioni.

A proposito di Stati Uniti: ci sarà un'eclissi totale di sole, da quelle parti, il 21 agosto. E ovviamente alcuni osservatori hanno già annunciato per quella data la fine del mondo.

Cronaca locale. Varesepress racconta la chiesa evangelica di Busto Arsizio, che in questo periodo compare spesso in piazza per un'azione di testimonianza. «Sono un gruppo presente da un po' di tempo a Somma, e vengono dai paesi attorno, gente tranquilla e pacata», non manca di precisare il redattore.

Il Giorno racconta la nuova vita delle Bestie di Satana, il gruppo di giovani lombardi colpevoli di tre omicidi; molti di loro sono ancora in carcere, due di loro hanno trovato la fede, tra cui Andrea Volpe, che «con l’aiuto di un religioso, il pastore Leonardo De Chirico, si è converito alla fede battista».
Nel carcere di Santa Maria Capua Vetere si è invece tenuto un concerto con 61 musicisti della chiesa evangelica di via Carafa a Napoli.

Rubrica appuntamenti particolarmente corposa, questa settimana. Sabato 20 alle 16.30 presso il Piccolo Teatro del Baraccano di Bologna l'Unione per la diffusione della cultura cristiana propone la conferenza sul tema "La Chiesa ritrovata. Testimonianze di cristiani dalla caduta dell'Impero romano a Lutero", a cura di Francesco Raspanti.

I 500 anni della Riforma toccano anche la gastronomia: la chiesa metodista di via XX Settembre a Roma propone per sabato 20 una cena a tema.

Torna in Italia Gianna Jessen: il 23 sarà a Pisa, il 26 a Ospedaletto, il 29 a Pordenone, il 30 a Cremona, il primo giugno a Livorno; tutti i dettagli sono qui. Da segnalare che il primo incontro, in programma per oggi all'Università Roma Tre, è stato annullato in seguito alle "pretestuose proteste" - segnala l'associazione Provita - di alcuni docenti e studenti. Da cui peraltro si è dissociato il preside: «Da non praticante, devo dire che oggi si tollera tutto, in Italia, tranne che anche i cattolici possano esprimere il loro pensiero», ha dichiarato ad Avvenire.

Un sit-in per la libertà religiosa in Indonesia è stato organizzato dall'AEI per venerdì 26 maggio a Roma, dalle 15 alle 16.30 davanti all'ambasciata (via Campania angolo Corso Italia), in seguito alla sentenza che ha condannato a due anni di carcere per blasfemia l'ex governatore di Giacarta, il cristiano Basuki Tjahaja Purnama.

Sempre venerdì 26 è in programma una giornata di studio dedicata a "La biblioteca di Piero Guicciardini e la Riforma in Italia nel Cinquecento e nell'Ottocento": un'occasione per ricordare un pioniere dell'evangelismo italiano, fondatore tra l'altro delle Chiese dei fratelli.

Il tema del viaggio caratterizzerà invece la tredicesima edizione del Festival biblico di Vicenza, che si svolge dal 18 al 28 maggio in 22 località delle province di Vicenza, Verona, Padova, Rovigo e Trento e Pordenone. Saranno dieci giorni caratterizzati da conferenze, dialoghi, proiezioni, visite guidate, laboratori, letture pubbliche, mostre, concerti e spettacoli teatrali ispirati al tema "Felice chi ha la strada nel cuore": 224 appuntamenti che vedranno anche - segnala Nev - la partecipazione di docenti valdesi, tra cui Paolo Ricca, Fulvio Ferrario, William Jourdan, Lidia Maggi, Elisabetta Ribet.

Lunedì 29 maggio alle 10 si terrà a Roma l'inaugurazione dei nuovi locali dell'Istituto di cultura evangelica e documentazione, nella centralissima via S. Eufemia 9 (dietro Piazza Venezia); la struttura si propone come «luogo di riflessione, studio, dialogo e testimonianza in continuità con l'eredità spirituale della Riforma». All'inaugurazione saranno presenti, tra gli altri, il senatore Lucio Malan e l'assessore alla persona, scuola e comunità solidale della Giunta di Roma, Laura Baldassarre.

Infine, fino a lunedì 22 maggio al Lingotto di Torino potete visitare il Salone del libro.

Angolo cultura. Piero Stefani sulla Lettura riflette sull'importanza del "lei" come forma di rispetto, e rileva come la figura dell'interlocutore «può restare per sempre "altra", oppure può diventare prossimo. L’evangelica parabola del "buon samaritano" (Luca 10, 29-37) mette in campo le due alternative. Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico, incappò nei briganti e cadde mezzo morto sul ciglio della strada. Passò un sacerdote, lo seguì un levita; per entrambi lo sventurato rimase un Egli, un "altro"; lo guardarono allo stesso modo di come si getta un occhio a un cespuglio. Il samaritano si fermò e gli prestò soccorso, per lui l’"altro" divenne prossimo, un termine identificato sempre dall’aggettivo "tuo" e non con "suo"».

Carlo Nordio, in un lungo intervento sul Gazzettino, tenta di trovare una via cristiana alla questione dell'eutanasia. Interrogandosi sulle ragioni della fede da una prospettiva laica si chiede se sia possibile «invocare il diritto all'autodeterminazione senza proclamarsi cattivi cittadini, e nemmeno cattivi cristiani», e risponde affermativamente alla domanda. «L'Antico Testamento - riflette - pullula di eroi che si tolsero la vita senza essere per questo maledetti dal Signore»; in realtà poi Nordio cita solamente «il suicidio di Saul», in quanto nobilitato da Haendel «con la più commovente marcia funebre mai scritta», e tenta di confermare la tesi rilevando che «la civiltà occidentale ha spesso onorato chi ha preferito la morte all'onta, al disonore o al degrado». Su queste basi Nordio conclude che «l'abbandono cosciente e volontario della vita non ha dunque nulla a che vedere con l'anarchismo sovversivo o la ribellione blasfema. Chi attua questa scelta dolorosa non lo fa per ripudiare la società o offendere il Signore. Lo fa per le ragioni imperscrutabili di un'anima disperata», che proprio in quanto tale riguarda solo il diretto interessato e Dio.

Parentesi musicale: Gionathan and the groovers, band del noto cantante evangelico Gionathan De Stradis, si è aggiudicata il terzo posto alla trentesima edizione di Sanremo Rock Festival, un concorso che - ricorda il gruppo - in passato ha visto sul palco nomi come Litfiba, Modà, Carmen Consoli, Ligabue, Bluvertigo, Bennato, Tazenda. Gionathan e i suoi si sono fatti strada tra oltre 1200 band iscritte; la loro proposta ha convinto la giuria formata da Cesareo (Elio e le Storie Tese), Giorgio Usuai (New Trolls), Valerio Zelli (ORO), Alex Peroni (RTL, RadioRAI).

Per la versione completa, iscriviti gratuitamente alla Guida alla settimana



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/notizie/1495535999.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale è benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus
 

 

575
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti